Il Nostro Progetto

Novità
· Archivio Notizie

Foto Gallery

Testimonial

Eventi

Il Sorriso degli angeli

Il sorriso degli angeli
Il sorriso degli angeli


CASE FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE
ISTRUZIONE ED ASSISTENZA SANITARIA
Per orfani dell’Aids e ragazzi di strada a Dar es Salaam, Tanzania

ADOZIONI A DISTANZA

Uniti per un sorriso è la nuova formula di adozione a distanza che si articola in tre settori fondamentali nella vita di un bambino.
Scarica la locandina illustrativa e scrivi un’email alla nostra Segreteria per qualsiasi informazione.

Un invito, anche se il posto è lontano

Sabato 29 settembre inauguriamo un nuovo giardino di Dio, il Villaggio della Luce dove sorge accanto al MIKUMI, grande parco nazionale tanzianano.
Venendo da noi, è necessario percorrere 300 chilometri di asfalto che da Dar es Salaam sale fino a Iringa, e per 50 chilometri si attraversa il parco e dove nel percorso si possono vedere le più grandi creature che ancora vivono in libertà: giraffe, elefanti, bufali, leoni, zebre, rinoceronti, leopardi, e tantissime velocissime gazzelle: tutti questi nostri grandi fratelli li possiamo quasi… accarezzare: ci è capitato a volte dovere fermare la nostra auto per lasciare attraversare la strada e dare precedenza a questi amici della immensa savana.
E così, dopo il Villaggio della Gioia, dove nel 2002 abbiamo iniziato la costruzione, e dove ora vivono i miei 96 figli orfani, dove nelle nostre scuole studiano oltre 1500 ragazzi, dall’asilo alle superiori, dove ci sono tre conventi per le Mamme degli Orfani, garanzia di futuro per tutta questa nostra grande opera, Istituto che ho fondato 12 anni fa e dove ogni giorno prestano la loro opera queste Mamme degli Orfani insieme ai nostri 103 dipendenti (tutti in regola e con tutte le garanzie che lo stato richiede), ora inauguriamo con la stessa grinta e passione di sempre, buttandoci sempre nelle braccia dell’economia divina, alla bella età di anni 81 il secondo Villaggio: il Villaggio della Luce.
A metà mese di agosto è arrivato il container stracolmo di ogni ben di Dio, tutto frutto della Divina Provvidenza, e la divina provvidenza siete voi. Non ci rimane che ringraziare e pregare per tutti voi che avete collaborato con grande cuore e generosità.
Amici, so benissimo che l’invito a partecipare all’inaugurazione è un poco… fuori mano, un poco lontano; è necessario sorvolare il deserto del Sahara. Vale anche l’invito a partecipare “in spirito”, con la collaborazione di sempre e con la preghiera di sempre.
Nel mese di ottobre sarò in Italia con altre due Mamme degli Orfani. È bene conoscerle; ancora meglio aiutarle. Alloggeranno a Castel Rozzone, mio paese natale. Ve le presento in modo che sia più immediata la eventuale collaborazione. Hanno bisogno di far conoscere il loro Istituto, di essere aiutate nel loro meraviglioso impegno: di essere Mamme per Sempre andando nei paesi più poveri del mondo.
A tutti un caro saluto, una benedizione ed una preghiera.
Per qualsiasi informazione: tel 335 8319106

Baba Fulgenzio

Ricordo il nostro CODICE FISCALE 93027230163 per il 5x1000

Alcune immagini del Villaggio della Luce


Le due Mamme degli Orfani: suor BRIGITHA e suor FRANSISKA che accompagneranno il baba in Italia.


Asilo


Piccolo Ospedale


Una Casa Famiglia


Salone Multimediale


Volontari che hanno appena finito di sistemare la porta del campo sportivo

Baba Fulgenzio: Missionario Passionista, insegnante, giornalista e scrittore. Una lunga vita dedicata alla cultura, all’arte, alla civiltà africana. Nel 1960, studente di Teologia e Filosofia, fonda e dirige la sua prima Rivista: la FAM (fraterno aiuto missionario), per studenti delle scuole superiori, e nel 1961 riceve i complimenti dal Primo Presidente della Tanzania: Julius Nyerere. Nel 1984 fonda il Museo di “Arte, Cultura e Civiltà africana”.
Il 2 giugno 2000 approda definitivamente nella sua amata Africa.

Dai suoi scritti:

«…un mattino una bimba bussa alla mia porta. Vedo una bimba sorridente; mi dice: “asante baba” (grazie baba). Stupito le chiedo il perché; io non la conosco. “hapana baba” (no padre) mi risponde
“tu mi conosci; sei stato nella mia capanna e mi hai fatto una carezza”. Stupito chiedo “ma non hai mamma che ti accarezza?”. “Mamma non ce l’ho”. “ci sara papà”. “papà non lo conosco”. “ma allora chi c’è nella tua capanna?”. “c’è una zia, molto vecchia e cieca, non mi vede e non mi accarezza mai…”.»

«Nel mondo ci sono 100 milioni di orfani. Sono il segno di un mondo impazzito e sconvolgente, irriflessivo e volutamente impotente, grido di attesa inascoltato e sepolto nelle coscienze di uomini che non riescono più a trovare giustizia, calore e passione, amore e tenerezza per le creature più belle, più fragili, più innocenti e bisognose di tutto.»

«Alice era una piccola creatura dagli occhi azzurri e dolcissimi. Era stesa sulla sua piccola stuoia con le braccine in croce; troppo munite e fragili per poterle muovere; troppo deboli per lottare con la vita. Mi scrutava con i suoi occhi profondi come il suo cielo infinito, mentre i miei si sono riempiti di lacrime. L’ho stretta forte forte al cuore mentre la sua anima volava radiosa verso la Luce e la Vita.»

«…come vorrei trovare tanti e tanti amici ed insieme ricostruire la Terra perché solo così il Cielo si fa più vicino.»

Onorificenze e Cittadinanze:

Baba Fulgenzio ha ricevuto varie “Cittadinanze Onorarie” e “Onorificenze”.

Il 28 novembre 2011 riceve il XXXII “Premio della Carità” dalla benemerita Associazione Internazionale Regina Elena Onlus, in riconoscimento della sua pluridecennale opera di missionario in Brasile ed in Africa.

Il 2 giugno del 2004, festa della Repubblica, riceve l’Onorificenza di “Commendatore dell’Ordine della Stella della Solidarietà” dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. Nello stesso anno, da Formigoni, Presidente della Regione Lombardia, riceve il premio della Pace tra i popoli.

Nel marzo 2004, la grande città di Guarapuava, al Sud del Paranà, nomina Padre Fulgenzio Cortesi “Personalità dell’anno 2003” perché da dieci anni sta aiutando e assistendo 850 ragazzi delle favelas, dando loro nuovi ambienti, cibo e possibilità di studiare.

Padre Fulgenzio, sempre più sconcertato dai dati catastrofici del rapporto mondiale della Sanità sull’Aids che denuncia la cifra spaventosa di 28 milioni di orfani in Africa, ha fondato anche un nuovo istituto religioso, “le Mamme degli Orfani” per poter alleviare la sofferenza di milioni di bimbi.

Ecco che, dopo le suore di Madre Teresa di Calcutta, nasce questo nuovo istituto missionario per l’Africa e per il Mondo.

Il 1 luglio del 2002 a Calcinate (BG), viene costituita l’Associazione “Il Villaggio della Gioia- Onlus” per la tutela, la cura e l’aiuto allo sviluppo sociale, fisico e culturale dei bambini orfani e di strada della città di Dar es Salaam in Tanzania nella Diocesi retta da Sua Eminenza card. Polycarp Pengo.

Presidente della ONLUS è Tiziano Belotti, che con altri 12 appassionati amici, ha condiviso il sogno di P. Fulgenzio, sostenendo il Villaggio della Gioia in Tanzania.
Il Villaggio è già diventato una grande realtà e giorno dopo giorno continua a crescere con l’aiuto generoso di molte persone di buona volontà.

COME AIUTARCI

ADOZIONI A DISTANZA

PROGETTI

Qui Radio Villaggio della Gioia: ULTIMISSIME

Per essere più partecipi del lavoro di Baba Fulgenzio.

Visita virtuale al Villaggio della Gioia

Mappa del Villaggio della Gioia

Guarda la mappa interattiva del Villaggio della Gioia.

L’ulivo donato da Alle Falde del Kilimangiaro
I bimbi e il Baba attorno all’ulivo regalato come simbolo d’amicizia
dalla trasmissione RAI “ALLE FALDE DEL KILIMANJARO”
condotta da Licia Colò, madrina e testimonial del Villaggio della Gioia.


Sito ufficiale del Villaggio della Gioia ONLUS © 2003
Realizzazione e assistenza alla Redazione: Anima Universale

Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved.
PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.018 Secondi
Hosted by Empowering Media
Informazioni sui cookie

"