Il Nostro Progetto

Novità
· Archivio Notizie

Foto Gallery

Testimonial

Eventi

Il Sorriso degli angeli

Il sorriso degli angeli
Il sorriso degli angeli


CASE FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE
ISTRUZIONE ED ASSISTENZA SANITARIA
Per orfani dell’Aids e ragazzi di strada a Dar es Salaam, Tanzania

ADOZIONI A DISTANZA

Uniti per un sorriso è la nuova formula di adozione a distanza che si articola in tre settori fondamentali nella vita di un bambino.
Scarica la locandina illustrativa e scrivi un’email alla nostra Segreteria per qualsiasi informazione.

COMUNICAZIONE DA BABA FULGENZIO

Padre Fulgenzio con i suoi figli

Amici,

«Mi chiamo Glory e sono senza mamma e papà. Vivevo sulla strada con la mia nonna. Alcune persone mi davano qualche soldino. Poi anche la mia nonna è morta sulla strada. La polizia mi ha portato da baba Fulgenzio nel Villaggio della Gioia. Baba Fulgenzio mi vuole molto bene e vuole molto bene a tutti noi, anche se siamo in tanti. Ora è il mio papà. Tutti i giorni mangio; ho dei bei vestiti e vado a scuola».

È una delle centinaia di testimonianze dei miei figli. Ora i miei figli sono tanti ma mai troppi. Dei primi che ho accolto 16 anni fa, ora alcuni sono all’università o alle Superiori. Il primo è Mandela, orfano venuto da Arusha. Ora studia fisica qui all’Università di Dar es Salaam. Attualmente in Italia per un viaggio premio dato dall’Università insieme ad alcuni studenti. È felicissimo e mi assicura che la sua casa, la sua famiglia sarà sempre il Villaggio della Gioia dove subito dopo la laurea abiterà e insegnerà.

Amici, in un mondo di aspra e selvaggia bellezza i bambini inseriscono un motivo di grazia e di squillante allegria.

Quando contemplo Dio nel Suo Cielo stellato, lo vedo incarnato nelle sue creature, le più belle e le più fragili: i suoi e i nostri bambini; e come vorrei trovare tanti e tanti AMICI ed insieme ricostruire la terra perché così il Cielo si fa più vicino.

AMICI, che dobbiamo fare se la speranza di vita dei bambini del cellulare e del computer e quelli delle discariche ha un divario sempre abissale? Dobbiamo piangere sul nostro avere e raccogliere le lacrime di giustizia e di speranza dei più piccoli e poveri del mondo.

Il 29 settembre di quest’anno inaugureremo il secondo Villaggio della Gioia che si chiama: “il Villaggio della Luce”. Altre Case Famiglia, altri Orfani e altre Scuole. Amici, siete caldamente tutti invitati. Ora il prezzo del biglietto aereo dall’Italia alla Tanzania è molto diminuito. Il costo si aggira sui 400-420 euro tra andata e ritorno. Basta prenotare presto. Per avere esaurienti informazioni rivolgersi al dottor Monticelli Gianmaria, presidente della Fondazione “il sorriso degli Angeli di baba Fulgenzio”. Abita a Bergamo e il suo cellulare è: 335 8319106.

Amici, ora più che mai, ho bisogno ancora di tanti soldini, so che molti di voi potrebbero aiutarmi diminuendo un pochino il proprio conto in banca su questa terra ed arricchendo il vostro conto sulla banca del paradiso.

Ringrazio dell’attenzione. Ringrazio della collaborazione.
A tutti un caro saluto, un grazie ed una preghiera dai nostri angioletti neri.

Ricordo il nostro 5x1000 C.F. 93027230163

E le coordinate bancarie per i versamenti:
EU IBAN: IT52 B 05018 11100 0000 1530 0007

c/c POSTALE: 30021208

Baba Fulgenzio: Missionario Passionista, insegnante, giornalista e scrittore. Una lunga vita dedicata alla cultura, all’arte, alla civiltà africana. Nel 1960, studente di Teologia e Filosofia, fonda e dirige la sua prima Rivista: la FAM (fraterno aiuto missionario), per studenti delle scuole superiori, e nel 1961 riceve i complimenti dal Primo Presidente della Tanzania: Julius Nyerere. Nel 1984 fonda il Museo di “Arte, Cultura e Civiltà africana”.
Il 2 giugno 2000 approda definitivamente nella sua amata Africa.

Dai suoi scritti:

«…un mattino una bimba bussa alla mia porta. Vedo una bimba sorridente; mi dice: “asante baba” (grazie baba). Stupito le chiedo il perché; io non la conosco. “hapana baba” (no padre) mi risponde
“tu mi conosci; sei stato nella mia capanna e mi hai fatto una carezza”. Stupito chiedo “ma non hai mamma che ti accarezza?”. “Mamma non ce l’ho”. “ci sara papà”. “papà non lo conosco”. “ma allora chi c’è nella tua capanna?”. “c’è una zia, molto vecchia e cieca, non mi vede e non mi accarezza mai…”.»

«Nel mondo ci sono 100 milioni di orfani. Sono il segno di un mondo impazzito e sconvolgente, irriflessivo e volutamente impotente, grido di attesa inascoltato e sepolto nelle coscienze di uomini che non riescono più a trovare giustizia, calore e passione, amore e tenerezza per le creature più belle, più fragili, più innocenti e bisognose di tutto.»

«Alice era una piccola creatura dagli occhi azzurri e dolcissimi. Era stesa sulla sua piccola stuoia con le braccine in croce; troppo munite e fragili per poterle muovere; troppo deboli per lottare con la vita. Mi scrutava con i suoi occhi profondi come il suo cielo infinito, mentre i miei si sono riempiti di lacrime. L’ho stretta forte forte al cuore mentre la sua anima volava radiosa verso la Luce e la Vita.»

«…come vorrei trovare tanti e tanti amici ed insieme ricostruire la Terra perché solo così il Cielo si fa più vicino.»

Onorificenze e Cittadinanze:

Baba Fulgenzio ha ricevuto varie “Cittadinanze Onorarie” e “Onorificenze”.

Il 28 novembre 2011 riceve il XXXII “Premio della Carità” dalla benemerita Associazione Internazionale Regina Elena Onlus, in riconoscimento della sua pluridecennale opera di missionario in Brasile ed in Africa.

Il 2 giugno del 2004, festa della Repubblica, riceve l’Onorificenza di “Commendatore dell’Ordine della Stella della Solidarietà” dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. Nello stesso anno, da Formigoni, Presidente della Regione Lombardia, riceve il premio della Pace tra i popoli.

Nel marzo 2004, la grande città di Guarapuava, al Sud del Paranà, nomina Padre Fulgenzio Cortesi “Personalità dell’anno 2003” perché da dieci anni sta aiutando e assistendo 850 ragazzi delle favelas, dando loro nuovi ambienti, cibo e possibilità di studiare.

Padre Fulgenzio, sempre più sconcertato dai dati catastrofici del rapporto mondiale della Sanità sull’Aids che denuncia la cifra spaventosa di 28 milioni di orfani in Africa, ha fondato anche un nuovo istituto religioso, “le Mamme degli Orfani” per poter alleviare la sofferenza di milioni di bimbi.

Ecco che, dopo le suore di Madre Teresa di Calcutta, nasce questo nuovo istituto missionario per l’Africa e per il Mondo.

Il 1 luglio del 2002 a Calcinate (BG), viene costituita l’Associazione “Il Villaggio della Gioia- Onlus” per la tutela, la cura e l’aiuto allo sviluppo sociale, fisico e culturale dei bambini orfani e di strada della città di Dar es Salaam in Tanzania nella Diocesi retta da Sua Eminenza card. Polycarp Pengo.

Presidente della ONLUS è Tiziano Belotti, che con altri 12 appassionati amici, ha condiviso il sogno di P. Fulgenzio, sostenendo il Villaggio della Gioia in Tanzania.
Il Villaggio è già diventato una grande realtà e giorno dopo giorno continua a crescere con l’aiuto generoso di molte persone di buona volontà.

COME AIUTARCI

ADOZIONI A DISTANZA

PROGETTI

Qui Radio Villaggio della Gioia: ULTIMISSIME

Per essere più partecipi del lavoro di Baba Fulgenzio.

Visita virtuale al Villaggio della Gioia

Mappa del Villaggio della Gioia

Guarda la mappa interattiva del Villaggio della Gioia.

L’ulivo donato da Alle Falde del Kilimangiaro
I bimbi e il Baba attorno all’ulivo regalato come simbolo d’amicizia
dalla trasmissione RAI “ALLE FALDE DEL KILIMANJARO”
condotta da Licia Colò, madrina e testimonial del Villaggio della Gioia.


Sito ufficiale del Villaggio della Gioia ONLUS © 2003
Realizzazione e assistenza alla Redazione: Anima Universale

Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved.
PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.018 Secondi
Hosted by Empowering Media
Informazioni sui cookie

"